Il mio lavoro

Le persone che incontro per la prima volta, dopo avermi esposto la situazione in cui si trovano, solitamente mi domandano: “Secondo lei, posso affrontare il mio problema attraverso il Coaching o devo rivolgermi ad uno Psicologo?” oppure mi chiedono: “Ma il mio obiettivo/problema rientra nel Coaching?”.

In “Togli il freno alla tua vita! Risolvi il tuo problema, adesso!” ho già spiegato che un serio Coach deve saper valutare se le richieste che gli vengono poste rientrano nel suo campo o in quello di altri professionisti. Resta il fatto che il Coaching è un metodo che ha molti campi di applicazione.

Io mi occupo di:

Life (o Personal) Coaching:

  • adatto a tutte le età;
  • mirato a chi vuole affrontare problemi di vita quotidiana (es. gestione e organizzazione del tempo e dei molti impegni…) e/o momenti particolarmente difficili (es. una matrimonio in crisi, una separazione, un percorso di adozione, una mancata genitorialità…);
  • ideale per chi desidera raggiungere un obiettivo di carattere relazionale (es. migliorare il rapporto con i figli, con i parenti, con il partner, con i vicini di casa…) o di sviluppo personale (es. conoscere meglio se stesso e le proprie potenzialità; accrescere la propria autostima e avere più fiducia in se stesso; riprendere in mano la propria vita; trovare tempo per sé; raggiungere uno stato di serenità, vincendo lo stress; dimagrire…);
  • consigliato a chi, dopo una separazione, vuole focalizzarsi su se stesso, per cominciare a costruirsi una nuova e appagante vita.

Business Coaching:

  • rivolto a lavoratori di tutti i livelli, appartenenti a qualsiasi settore;
  • utile agli imprenditori e ai manager, che desiderano imparare a gestire al meglio le relazioni con i loro dipendenti/collaboratori, nell’ottica di diventare leader positivi;
  • utile ai dipendenti che hanno obiettivi di carriera o di avanzamento professionale (es. affrontare con successo un nuovo incarico; inserirsi in una nuova azienda; salire di livello…);
  • adatto a coloro che vogliono andare incontro ad un importante cambiamento professionale (es. aprire un’attività in proprio o cambiare il posto di lavoro);
  • efficace a risolvere i molti problemi relazionali che si creano sul lavoro (es. il delicato rapporto col capo, con i colleghi…);
  • utile ai venditori, che vogliono imparare come sfruttare al meglio le loro potenzialità (es. per avere più clienti e fatturare di più);
  • consigliato a chi vuole scoprire, in base alle proprie potenzialità, quale ruolo professionale è più adatto a sé (es. consulente, lavoratore autonomo, libero professionista, manager, chief executive…)

Sport Coaching:

  • rivolto sia ai professionisti sia ai dilettanti di tutte le età;
  • lo Sport Coach non sostituisce l’allenatore, ma lo affianca con un lavoro mentale
  • insegna all’atleta come sfruttare al massimo le sue potenzialità;
  • scopre i suoi sabotatori interni e lavora con l’atleta per rimuoverli;
  • accresce l’autostima dell’atleta e gli permette di raggiungere gli obiettivi sportivi desiderati, migliorando la sua prestazione;
  • elabora con l’atleta il goal setting, stabilendo un piano d’azione nel quale siano presenti obiettivi a breve, medio e lungo termine, che conducano al risultato finale;
  • quando l’atleta attraversa una crisi e pensa di non farcela, lo Sport Coach lavora sull’autoefficacia (cioè accresce, in modo concreto, il senso di competenza dell’atleta e quindi la sua capacità di raggiungere l’obiettivo);
  • allena e accresce la resilienza dell’atleta (ovvero la sua capacità di perseverare e far durare a lungo la motivazione);
  • fa leva sulla motivazione intrinseca dell’atleta, sul suo senso di competenza, sul piacere di farcela, per ottenere un impegno straordinario e un risultato sorprendente.

Teen Coaching:

  • rivolto ad adolescenti, studenti universitari, genitori e insegnanti;
  • utile a scoprire le potenzialità dei giovani, a far loro superare ostacoli e problemi legati alla crescita (es. scarsa autostima, tendenza a sottovalutarsi…) e alle relazioni con gli altri (es. le difficoltà nel rapporto coi genitori, fratelli, amici, insegnanti…);
  • adatto ai ragazzi che vogliono raggiungere un obiettivo specifico (sportivo, scolastico…) e cercano gli strumenti efficaci per farlo;
  • valido per i genitori che desiderano avere un profilo del proprio figlio (in termini di potenzialità, concetto della felicità, motivazioni) e imparare a comprendere il suo mondo interiore per dialogare con lui e condividere i suoi interessi, ma anche per stabilire una gerarchia delle regole;
  • si occupa inoltre di orientamento scolastico (ovvero scelte della Scuola superiore o della Facoltà universitaria);
  • valido per coloro che, in seguito ad una bocciatura, hanno bisogno di valutare la propria scelta (magari, ridiscuterla) e trovare la giusta strada;
  • efficace per i giovani che vogliono scoprire le proprie potenzialità e il modo di allenarle, per ottenere i risultati che di volta in volta si vorranno porre nella vita.

Per sapere come avviene il Coaching sugli adolescenti, leggere “Coaching con adolescenti”.